Per il blocco del traffico i vigili urbani puniscono 3.050 «disobbedienti»

Sono state 3.050 le multe elevate ieri dai vigili urbani in occasione del blocco del traffico, di cui 2.700 nei confronti degli automobilisti e 350 dei centauri. Secondo i dati forniti dalla municipale, gli automobilisti e i centauri più indisciplinati sono stati registrati nel I, II, IX, X, XVI Municipio dove è stato fatto il maggior numero di contravvenzioni. «Questa è stata l’ultima domenica ecologica nel caos - afferma Gabriele Di Bella, segretario aggiunto della Cisl polizia municipale -. Chiedo al sindaco di capire perché ancora una volta un evento prevedibile e pianificato anticipatamente dall’amministrazione comunale abbia di fatto vanificato l’operato della polizia municipale i cui atti si espongono facilmente ai ricorsi dei cittadini». «Ciclomotori e motocicli non potevano circolare - spiega Di Bella - ma quando abbiamo fermato i cittadini si sono lamentati perché, hanno spiegato, avevano chiesto informazioni allo 060606 e letto sui cartelli a indicazione variabile, e non risultava nessun divieto. Quando ci siamo informati abbiamo scoperto che avevano ragione. È evidente che anche in questa circostanza l’attività di prevenzione e di comunicazione verso i cittadini ha registrato un punto di caduta laddove la polizia municipale non ha avuto come la legge vuole un ruolo di coordinamento rispetto ad altri uffici dell’amministrazione che operano in autonomia secondo una loro precisa interpretazione delle ordinanze sindacali».