Il blog di Rocco: «Il mio sogno incontrare Bolle»

da Roma

Rocco aveva un blog personale su Myspace dove descriveva la sua passione per ciò che amava di più: «danzare». Era questo il sogno di Rocco Trivigno, il ragazzo di 20 anni morto stanotte in un incidente stradale sulla via Nomentana, dove la sua auto è stata travolta da un furgone in fuga. Rocco si era connesso al blog per l’ultima volta proprio ieri col suo nickname «Eliot». Desiderava tanto incontrare il ballerino Roberto Bolle, il suo idolo, e tra gli amici virtuali del blog ci sono molti dei ragazzi che hanno partecipato alle precedenti edizioni della trasmissione Amici di Maria De Filippi.
A fianco all’amore per la danza c’era anche quella per la musica, tra i suoi preferiti Ben Harper, Phil Collins e Giovanni Allevi, al quale somigliava per via dei suoi folti capelli ricci. Rocco, che studiava chimica alla Sapienza, viveva in un monolocale della residenza universitaria Marrama, alla Farnesina, da circa un mese e mezzo. «Era un tipo educato e molto riservato, qui lo conoscevamo solo di vista», spiegano i ragazzi della casa dello studente, inquilini di Rocco.