«Blood Runner», doppio traguardo

Si è corsa, ieri mattina, la IV edizione di «Blood Runner», una corsa che serve a sensibilizzare i romani sul problema della donazione del sangue e contribuire al raggiungimento dell’autosufficienza nel Lazio.
La gara di 10 chilometri e la passeggiata non competitiva di 2,5 chilometri sono partite alle 10 da piazza Garibaldi al Gianicolo.
Per salvare una vita è sufficiente un piccolo gesto: donare il sangue. Il sangue purtroppo è l’unico «salvavita» che non può essere «fabbricato» e la sua disponibilità dipende solo dalla generosità dei cittadini.
A Roma, in particolare, secondo i dati del Centro Regionale di Coordinamento e Compensazione, la stima indica in 26.000 le sacche di sangue mancanti per raggiungere l’autosufficienza: basterebbe che il 5% dei romani lo donasse con regolarità. Arrivata alla IV Edizione, «Blood Runner» ha registrato nel 2004 circa 1.200 iscritti.