La Blu Area di Castelletto resta in parcheggio

Fabrizio Graffione

Ci vorranno ancora parecchie settimane prima che decolli la Blu Area anche a Castelletto, ma che il tanto contestato provvedimento sia varato da palazzo Tursi è certo. Lo ha confermato ieri pomeriggio l'assessore al traffico Arcangelo Merella durante l'incontro pubblico con i residenti della circoscrizione a monte del centro città. Nella sala del teatro Chiassone, riempita da circa trecento persone, si sono registrati toni infuocati e polemiche rivolte contro la decisione del Comune di fare pagare anche a Castelletto, dopo Foce e Carignano, la gabella di 25 euro a vettura. Sono stati contestati anche i prezzi per i parcheggi, due euro l'ora, che sono quelli più alti in Italia. I residenti, dopo l'introduzione dell'argomento da parte del presidente della circoscrizione Giuliano Bellezza, hanno immediatamente contestato il numero troppo alto di posteggi riservati alle isole azzurre, dove, cioè, anche gli abitanti di Castelletto devono pagare per parcheggiare.
Durante la fase di confronto non si è ancora deciso, inoltre, se dipingere di blu tutta la macrozona a monte del centro oppure se lasciare blu solamente la zona G, cioè quella centrale e, contestualmente, istituire delle zone a sosta limitata, soltanto per i residenti, di corollario. Via Cabella comunque sarà zona blu o zona zsl, le isole azzurre nella bassa via Palestro spariranno, mentre si studierà se diminuire o meno quella esistente davanti all'ospedale Evangelico. In Spianata Castelletto alcuni posti auto saranno sacrificati nel tempo per cominciare l'estensione della pedonalizzazione del belvedere cittadino. Una particolare attenzione sarà destinata anche a chi abita nella parte alta del quartiere, come in via San Rocchino Superiore. Di sicuro, come ha spiegato l'assessore, a chi ha già pagato i 25 euro per il provvedimento che doveva partire il primo marzo, verrà garantita l'annualità a partire dalla data di inizio effettivo del provvedimento.