Blu Area, da domani il pugno di ferro tocca a Castelletto

Dal dicembre scorso l’Ami ha multato 35.586 automobilisti negligenti, facendo incassare a Tursi oltre un milione di euro

Ancora un giorno per capirci qualcosa, in basso c’è la zona G, in alto c’è la zona G ma è di confine quindi sarà zona H, poi c’è la variabile Isole azzurre. Poi, tutti sull’attenti perché chi sgarra verrà punito. I temibili quanto impietosi ausiliari del traffico di Ami, notoriamente più severi dei vigili, da domani entreranno in azione anche a Castelletto, a controllare che la Blu Area venga rispettata e a multare chi non la rispetta. Negligenza e distrazione non sono ammesse, loro saranno spietati, non fosse altro che la Blu Area è entrata in vigore il 3 luglio e quindi il tempo per abituarsi i parcheggiatori, residenti e no, lo hanno avuto.
E allora ecco la mappa e le regole del piano parcheggi. Intanto il contrassegno, costo 25 euro all’anno: chi ancora non lo avesse richiesto si affretti a farselo consegnare dagli sportelli presso l’Aci o a presentare domanda anche sul sito Internet www.bluareagenova.it, e poi lo esponga ben visibile sul cruscotto.
Poi le vie. Gli ausiliari saranno operativi nella zona G, nell’area compresa tra via Assarotti, via Curtatone, via San Bartolomeo degli Armeni, via Arecco, passo dello Zerbino, piazza dello Zerbino, piazza Manin (inclusi); corso Armellini, corso Solferino, corso Magenta, corso Paganini (esclusi); piazza Villa (inclusa); corso Firenze (escluso); corso Ugo Bassi, via Almeria, via S. Ugo, piazza P.Ferreira, salita Provvidenza (esclusi); piazza Acquaverde, via Andrea Doria, piazza del Principe, via Fanti d’Italia, via Alpini d’Italia, via Gramsci, piazza Caricamento fino al confine con la zona F, chi non sa dov’è si informi.
E fin qui. È dopo, sulle alture di Castelletto, che scatta il labirinto. I corsi, quali Armellini, Solferino, Magenta, Paganini, Firenze e Carbonara, non sono compresi nella zona G, ma, scrive in una nota l’Ami, «attualmente» considerati zona di confine, quindi saranno inseriti nella zona H di Blu Area, che ancora non è stata avviata ma lo sarà a breve, quindi meglio non rilassarsi troppo.
I residenti nei corsi di cui sopra, già in possesso del contrassegno per la zona G, possono continuare a sostare in tale zona esponendo il tagliando sul proprio veicolo.
Infine, c’è la variante Isole Azzurre, le aree di sosta per le quali è necessario corrispondere le tariffe previste. Quelle della zona G sono piazza Marsala, Spianata Castelletto, via Brignole de Ferrari, piazza Bandiera, via A. Doria e via Gramsci.
Spiegano all’Ami che in totale i contrassegni già consegnato per le zone di Carignano, Foce e Centro-Castelletto sono 15.227. Tutti contenti i residenti, giurano, dovranno anche pagare ma adesso almeno trovano parcheggio. Un po’ meno lieti i multati, che son tanti: dal 28 novembre scorso sono un esercito di 35.586. Le sanzioni vanno dai 21 ai 35 euro. Per il Comune trattasi di un’entrata che supera il milione di euro, chissà che non aiuti la disastrata situazione dell’Amt.