Blue e Joy sfidano le profezie maya

<em>Blue and Joy</em> nuovamente a Milano. Dal loro studio di Berlino
arrivano con un &quot;carico&quot; di venti quadri e
1200 buste-sorpresa per lanciare una sfida niente di meno che al popolo
Maya e alla loro catastrofica profezia

MilanoBlue and Joy nuovamente a Milano. Dal loro studio di Berlino arrivano in pieno clima natalizio con un "carico" di venti quadri e 1200 buste-sorpresa, e lanciano una sfida niente di meno che al popolo Maya e alla loro catastrofica profezia. Una parete intera della galleria Spazioinmostra sarà, infatti, completamente ricoperta da 1200 buste sigillate.

Una data per ogni busta Ogni busta conterrà materiale diverso l’una dall’altra; si va da disegni e sketch originali a sogni di seconda mano, piccoli e stravaganti gadget e chissà quali altre soprese. Su ogni busta una data, a partire dal 21 dicembre 2012, giorno in cui, secondo i Maya, il mondo dovrebbe finire. Aprire le buste prima della data suggerita potrebbe causare disastri universali, "profetizzano" i due artisti dietro a Blue and Joy, il milanese Fabio La Fauci e il romano Daniele Sigalot, mentre aprirle il giorno consigliato porterà almeno 24 ore di serenità incondizionata, parola di due pupazzi.

Le opere inedite Oltre agli 11 metri di buste di varie dimensioni e colori, da Berlino arriveranno anche venti opere inedite in Italia, incluso il gigantesco mosaico fatto di 35mila bottoni vintage. Opera presentata la prima volta nello showroom di Salvatore Ferragamo per celebrare l'apertura del Frieze Art Fair di Londra, due mesi fa. Blue and Joy ed i loro autori, dopo la recente mostra di Londra, e questa tappa natalizia milanese , torneranno a Berlino dove, a gennaio, si inaugurerà la loro prima "personale" presso la Merry Karnowsky Gallery, per poi in Primavera, raggiungere la Cina dove saranno ospiti alla Biennale di Nanchino.

LA MOSTRA
Blue e Joy - The mayan prophecy
SPAZIOINMOSTRA
Via Cagnola 26, Milano
Informazioni: 02-3310.5921