Al Blue Note ospiti di eccellenza Anche classica e «Gospel project»

I musicofili più esigenti facciano molta attenzione a tre episodi fondamentali della settimana del Blue Note. Dopodomani alle 21 Paola Donzella presenta in quintetto e con ospiti di eccellenza il suo progetto poetico-musicale ispirato al jazz-manouche di Django Reinhardt. Giovedì 7 maggio il club di via Borsieri, consapevole che di questi tempi non ci si può concentrare soltanto sul jazz-jazz (e infatti talora il Blue Note si avvicina ai bordi del pop e del rock) guarda questa volta alla musica classica, replicando la splendida serata dello scorso febbraio dedicata al soprano Karin Schmidt, voce lirica rubata da Weill, Gershwin, Ellington e dal crossover: arriva il duo di Andrea Griminelli flauto e Irene Veneziano pianoforte, con un programma che comprende brani di Rota, Morricone, Mancini e Borne. E venerdì c'è il magico clarinetto di Don Byron in quintetto con il Gospel Project, una bella proposta tutta nuova.