Blue Note, la scena è per Shel Shapiro

C'è aria di fine stagione. I cultori della buona musica non la gradiscono, sapendo che l'unica alternativa saranno i rumorosi festival estivi. Ma succede ogni anno. Termina questa settimana la serie dei concerti Break in Jazz (piazza Mercanti, ore 13-14). Oggi è in programma il gruppo Time in Percussion diretto da Tony Arco, mercoledì il Workshop d'Improvvisazione a cura di Gabriele Comeglio e venerdì la Civica Jazz Band diretta da Enrico Intra. Ultimi giorni anche al Blue Note (via Borsieri 37 ore 21, giovedì ore 21 e 23.30) che riaprirà a settembre. Domani va in scena Shel Shapiro, voce e chitarra, in sestetto; mercoledì il chitarrista Vic Vergeat con la sua band; giovedì arriva il sassofonista Frank Catalano; venerdì chiude la stagione 2006-2007 il trombettista-flicornista cubano Gendrickson Mena Diaz in sestetto. Il Caffè Doria Jazz Club (viale Doria 22, ore 22) ospita domani gli Swingle Five che ripropongono brani dei repertori di Benny Goodman e di Artie Shaw; giovedì si esibisce la sassofonista e flautista americana Carol Sudhalter con il suo trio italiano formato da Davide Corini pianoforte, Mario Mistrangelo contrabbasso e Vittorio Sicbaldi batteria. Ad Arese, nel giardino del Ristorante Castanesi in via Alfa Romeo 10, inizia venerdì alle 21 la decima edizione di Jazz in Giardino con un quintetto guidato dal batterista Tullio De Piscopo.