BLUES TO BOP Quattro giorni all’insegna della musica nera

Fra i musicisti anche Marques, Marie Knight e Richard Johnson

Matthias Pfaender

Quattro palchi per quattro concerti simultanei in altrettante piazze del centro storico di Lugano: la rassegna musicale della musica nera statunitense, il Blues to Bop, si ripresenta puntuale a fine estate anche quest’anno, con la sua tradizionale formula artistica incentrata nel ricreare un virtuoso crocevia di generi musicali.
Se da un lato si mira a far conoscere più da vicino gli stili americani già consolidati, dall'altro si avverte la necessità di proporre le elaborazioni musicali dello spirito europeo.
Da domani a domenica, dalle 21 in poi, la città di Lugano offre, per il diciottesimo anno consecutivo, quattro giorni all’insegna della roots music americana e delle sue più raffinate rivisitazioni.
«Vogliamo portare la musica nel cuore della città - ha commentato Marco Sorgesa, direttore di Lugano Turismo -, offrendo, in un periodo solitamente privo di appuntamenti culturali di tale livello, un ricco ventaglio di concerti gratuiti capaci di soddisfare ogni gusto musicale».
Anche quest’anno il ruolo principale sarà affidato alle sonorità limpide del blues acustico tradizionale, che sarà rappresentato da musicisti come The Marques Brothers, Mauro Ferrarese e Richard Johnston. Il blues che strizza l’occhio alla musica giovanile del Michael Messer & The Second Mind Band prosegue invece sulla via della contaminazione dei canoni del blues con un innovativo e suggestivo approccio alle dinamiche ritmiche più moderne.
Il jazz potrà contare sull’esibizione del gruppo di Vassil Pavel, artista celebre nella sua Bulgaria ma ancora poco conosciuto dalle nostre parti, mentre il concerto del The Stan Bronstein Trio offre l'occasione di salutare nuovamente il veterano leader dell'orchestra di John Lennon.
Per il Rhythm'n Blues e la Soul Music si punta su un gruppo che sicuramente troverà grande consenso di pubblico: The Fabulous Soul Shakers, formazione di punta nel panorama statunitense che con il concerto nelle piazze di Lugano si esibirà per la prima volta fuori dall'America. A far gli onori di casa sarà la formazione The Free Blues Band e le cantanti VocalsTicino.
Alla tradizione della musica nera più antica, la radice dalla quale si sono poi sviluppati tutti i generi, il Gospel, sarà dedicato l’intero pomeriggio di domenica 3 settembre: dalle 16 alle 20, Lugano risuonerà delle evoluzioni vocali di giganti del genere come Marie Knight, The Reverend K.M. Williams e The Gospel Five from Brooklyned.
Il gran finale della manifestazione sarà affidato ad un imponente concerto su un palco galleggiante allestito sul Lago di Lugano di fronte alla Piazza Granda di Morcote, perla paesaggistica del Canton Ticino. Qui, dalle 20.30, sarà celebrato il blues amalgamato al jazz e ad altri percorsi musicali, con l’esibizione, oltre che di artisti come The Marques Brothers e Richard Johnston, di formazioni miste, createsi durante il festival dall’unione spontanea degli artisti della rassegna.
Blues To Bop, Lugano e Morcote, varie piazze, da domani a domenica, info 004191-9133232, ingresso libero