Bmw, ecco la flotta premium numero 1

Se il buongiorno si vede dal mattino, Bmw pare avviata a ribadire anche quest’anno la propria leadership tra i marchi premium presenti sul mercato italiano delle flotte aziendali. Ormai una piacevole abitudine per la casa di Monaco, che occupa ininterrottamente dal 2004 il gradino più alto del podio e che l’anno scorso, con 37.600 vetture immatricolate a società e imprese, si è lasciata ancora una volta alle spalle i rivali «storici» Mercedes e Audi, fermi rispettivamente a 34.700 e 28.600 unità.
Un trend che i numeri relativi al periodo gennaio-maggio 2008 sembrano confermare, pur nell’ambito di una situazione di mercato complessa: mentre il volume totale delle immatricolazioni alle flotte si dimostra in crescita, passando dalle 303mila vetture del 2007 alle 326mila di quest’anno, cala invece del 3,8 per cento il dato relativo al segmento «plus», vale a dire quello che riguarda Bmw e i suoi diretti competitor. «Nonostante la flessione in atto sul segmento, nei primi cinque mesi dell’anno manteniamo le posizioni - commenta Maurizio Ambrosino, direttore fleet & re-marketing di Bmw Group Italia -: merito soprattutto della Serie 3, che ancora una volta si dimostra l’auto premium più apprezzata dalle imprese, con circa seimila pezzi venduti a fine maggio e l’undicesimo posto assoluto nella classifica generale dei modelli aziendali».
Alle spalle della battistrada, comunque, è l’intera gamma Bmw a regalare ottime soddisfazioni ai vertici del marchio: dalla Serie 1, passata da 2.300 a 3.000 unità con una crescita anno su anno del 30 per cento, alla X5, che quasi raddoppia i volumi balzando da 1.100 a 2.081 vetture. «In particolare, inoltre, mi piace citare la X3 - prosegue Ambrosino - un modello non nuovissimo che conferma i numeri del 2007 e mantiene uno spazio di rilievo nelle scelte di molte aziende». Per quanto riguarda i mesi a venire, poi, in casa Bmw si guarda con fiducia alla X6, della quale parliamo a parte in questa stessa pagina: "Si tratta di una vettura particolare - spiega il manager - che si rivolge a una nicchia precisa del mercato. E che, tra l’altro, segna il debutto di una nuova categoria automobilistica: quella delle Sports Activity Coupé. Ci puntiamo molto, perché riteniamo che abbia tutte le qualità per far breccia nel cuore di un buon numero di fleet manager».
Primo tra i marchi premium a investire nel mercato delle flotte, Bmw prosegue sulla strada intrapresa lungo un doppio binario: consolidamento della clientela esistente e approccio a nuovi prospect. E lo fa potendo contare, oltre che sulla forza del prodotto, su una struttura ad hoc recentemente riorganizzata e sulla sempre più stretta collaborazione con la rete degli oltre 100 concessionari sul territorio. Senza dimenticare il rafforzamento dell’attività consulenziale, da sempre particolarmente apprezzata dalle imprese, e il moltiplicarsi delle occasioni di «drive experience»: vale a dire, le prove nel corso delle quali i clienti possono saggiare, in condizioni e su terreni diversi, le doti di sicurezza, affidabilità e comfort delle auto del brand. Prossimo appuntamento: dal 20 al 22 giugno a Forte dei Marmi, dove i manager di 25 aziende sono stati invitati a testare la nuova X6.