Bmw i3 «elettrizza» il top della gamma Peugeot 308 atto 2°

I Saloni sono luoghi dove è ancora permesso sognare, perché di fronte all'armata di modelli esposta, immaginando lo sforzo di progettisti, designer e operai che c'è alle spalle è ancora possibile guardare al veicolo con un certo ottimismo, cogliendo la passione con cui sono realizzati che attraversa tutte le fasce in cui il mercato è diviso. Tra le novità di taglia small spicca Hyundai i10, la piccola coreana che diventa più occidentale (verrà costruita in Turchia) sulla quale debutta un nuovo tre cilindri. Per le megacities del futuro è pronta la versione definitiva di Bmw i3, elettrica pura con possibilità di montare un piccolo motore a benzina di supporto.
Allo Iaa 2013 il gruppo di Monaco, in attesa della imminente terza serie di Mini, rinfresca la gamma della piccola inglese sempre più disposta a farsi personalizzare in tutte le sue versioni. Novità anche per le cittadine del gruppo Fiat, anche se per Panda si tratta della versione Antartica della popolare 4x4, mentre nuovi motori debuttano sulle 500, 500 L e Living. Alle edizioni speciali delle 595 e 695 di Abarth, Lancia risponde, dimostrandosi ancora vitale, con le nuove versioni Elefantino e S MomoDesign per la Ypsilon.
Si avvicina il momento della smart a 4 posti (attesa nel 2014) frutto della collaborazione con Renault, ma se ne possono cogliere già le linee guida nell'intrigante concept fourjoy.È sullo stand di Peugeot una delle novità più attese, la nuova 308, che con la seconda generazione vuole crescere in maniera decisa nel segmento C, quello della Volkswagen Golf (a Francoforte debutta la R più potente di sempre: 300 cv sotto il cofano e trazione integrale), un'arena dove sono recentemente scesi in campo, con prezzi aggressivi, anche i gladiatori premium tedeschi e dove la francese farà valere la qualità costruttiva, il design equilibrato che riesce a essere classico e moderno allo stesso tempo e gli interni ricchi di tecnologia realmente utile.
Per essere competitiva con la nuova realtà, Renault rivede tutta la famiglia Mégane adeguandola al nuovo linguaggio stilistico della marca. Anche Skoda getta sul tavolo una carta importante: la nuovissima Rapid Spaceback, la berlina due volumi compatta che mancava nella gamma del brand ceco. Per stare al passo, Alfa Romeo propone un leggero facelift per MiTo e Giulietta, mentre Lancia fa lo stesso con Delta. Muscolosa, quasi sprezzante dell'imperante downsizing, arriva con dimensioni generose la nuova generazione di Mazda3, giapponese al 100%, primo modello realizzato dalla casa dopo essersi liberata della partnership con Ford. È costruita in Europa, a Swindon, Honda Civic Tourer, la versione station wagon dell'auto più prodotta nella storia del marchio, che per avere successo punta sulle qualità dinamiche della sua meccanica abbinate a una carrozzeria dalla linea dedicata a famiglie sportive e a chi cerca il piacere di guida in un'auto funzionale. È una wagon anche il quarto modello della famiglia Seat Leon, la St, sigla mai vista prima sulla compatta spagnola che nella nuova generazione dimostra di essere molto più ambiziosa, aggiungendo anche, tra le motorizzazioni, la Tgi a metano da 110 cv.
Sarà prodotta a Sunderland, nella fabbrica di Nissan ampliata per questo scopo, la Infiniti Q30, nuovo attore tra le medie premium di cui è esposto il concept che riprende lo stile delle sorelle maggiori.