Bmw promuove la vela nelle «business school»

A Santa Margherita Ligure sfida tra gli studenti di 15 tra i più noti istituti europei e americani

Luigi Cucchi

Grande sfida nelle acque di Santa Margherita Ligure. Organizzata dallo Yacht Club Italiano e dalla Sda Bocconi Sailing Club si è svolta la Mba’s Cup, una sfida, su barche a vela con a bordo otto persone di equipaggio, tra gli studenti di 15 tra le più note business school europee e americane: dalla Columbia di New York all’Insead di Fontainebleau, alla London School. La manifestazione si è svolta con la partnership di Bmw (main sponsor).
Nell’abbazia della Cervara, a picco sul mare tra Santa Margherita e Portofino (un gioiello monumentale già monastero dedicato a San Girolamo nel 1361 e dove nel 1525 fu imprigionato Francesco I re di Francia, dopo la sconfitta subita a Pavia a opera di Carlo V di Spagna), è avvenuto uno scambio di idee tra manager di oggi e domani, accomunati dalla passione per la vela. È stato affrontato il tema dell’innovazione nell’economia.
Tra i relatori, che hanno presentato le proprie esperienze: Frank Niederlander, vicepresidente strategy di Bmw (l’unico costruttore di auto presente tra le prime 20 società mondiali più innovative, come ha ricordato Maurizio Dallocchio, presidente della Sda Bocconi), Andrea Illy, Davide Serra (Morgan Stanley), Carlo Puri Negri (Pirelli Re), Riccardo Marini (Rolex Italia) e Roberto Sestini (Siad). L’innovazione tecnologica nelle competizioni sportive e il desiderio di stabilire nuovi primati rappresentano – ha detto Marco Saltalamacchia, presidente e amministratore delegato di Bmw Italia e presidente dell’associazione Amsda Bocconi – sono sfide che Bmw persegue dalla nascita: nella vela professionistica, in collaborazione con Oracle; nella Coppa America; nella vetrina mondiale della F1, un laboratorio tecnologico in cui contano l’eccellenza e lo spirito di squadra. Collaboriamo con lo Yacht Club italiano e lo Yacht Club Costa Smeralda alla Maxi Yacht Rolex Cup e alla Settimana delle Bocche, che si svolgono a Porto Cervo. Mba’s Cup è una regata d’eccezione alla quale partecipano 350 studenti di tutto il mondo».
«L’Italia – ha concluso Saltalamcchia – è il primo mercato europeo per il gruppo Bmw, dopo Germania e Gran Bretagna. Nel 2004 abbiamo consegnato 79.724 auto e 60.697 (più 16,9%) nei primi 8 mesi del 2005. Vogliamo continuare a essere un costruttore di successo che produce ottime auto e moto, ma i nostri risultati sono anche il frutto dell’impegno sul fronte del progresso tecnologico e della responsabilità sociale. Non ha futuro un’azienda priva di un patrimonio culturale».