Bmw rilancia sull’idrogeno Più efficienza

In Germania, a marzo, le vendite di auto sono cresciute del 40%. Grazie al piano di incentivi adottato dal governo tedesco, e recentemente rilanciato, il mercato ha registrato il miglior tasso di crescita degli ultimi 17 anni rispetto al mese di marzo dello scorso anno: sono stati acquistati 401mila veicoli e il totale, da inizio anno, sale a 868mila esemplari, il 18% in più rispetto sul trimestre 2008. Sono andate bene praticamente tutte le case, ma il balzo più netto è stato realizzato da Fiat che ha guadagnato il 218,7 % a quasi 29mila vetture, per una quota mercato del 7,2%. Il marchio Fiat ha conquistato il 3° posto assoluto (dietro Volkswagen e Opel) e il primo tra gli stranieri.
Questa inversione di tendenza è provvidenziale per un settore che negli ultimi mesi ha dovuto affrontare la crisi più difficile degli ultimi decenni. L’innovazione rappresenta comunque la sfida più importante per poter crescere anche nel futuro. Si intensificano le ricerche e si ottengono concreti risultati. Il motore a idrogeno è da anni una realtà, ma solo ora si registrano livelli di efficienza impensabili nel passato.
Il Bmw group forschung und technik (Fiz), in collaborazione con ricercatori a Graz e Vienna (Austria) impegnati nel progetto H2Bvplus, sono riusciti a sviluppare un motore a idrogeno monovalente caratterizzato da una geometria tipica dei «gasolio» e da una tecnologia con iniezione diretta progressiva di idrogeno ad alta pressione, raggiungendo le efficienze del 42% dei migliori motori turbodiesel. Il progetto è supportato dal ministero austriaco dei Trasporti, dell’Innovazione e della Tecnologia. «Alla luce della limitata disponibilità dei carburanti di origine fossile e del sempre crescente impatto delle emissioni nocive sull’ambiente - ha detto il professor Raymond Freymann, amministratore delegato della Bmw forschung und technik - siamo convinti che il motore a combustione interna di idrogeno assumerà una posizione importante nella gamma dei futuri prodotti e concetti di propulsione alternativa. Contribuirà in maniera significativa alla salvaguardia della mobilità individuale allo stesso elevato livello che il cliente si aspetta».
Il sistema di combustione di recente sviluppo unisce i punti di forza dei concetti di accensione a scintilla e Diesel, utilizzando al contempo le proprietà favorevoli di combustione dell’idrogeno per ottenere un’efficienza che, in parte, supera anche quella dei più avanzati motori turbodiesel. Gli ingegneri hanno basato il loro lavoro sul progetto congiunto Eu HyIce, durante il quale le potenze specifiche massime fino a 100 kW per litro di cilindrata sono state dimostrate per un processo di combustione di idrogeno con accensione a scintilla.
Ingegneri del Bmw group forschung und technik hanno sviluppato una nuova testata per il funzionamento a idrogeno basata su un motore diesel di produzione. La camera di combustione del propulsore è stata configurata congiuntamente da Bmw e dal Politecnico di Graz con l’utilizzo di simulazioni numeriche del flusso. La società Hoerbiger Valve ha progettato gli iniettori ad alta pressione per l’iniezione diretta dell'idrogeno nella camera di combustione a pressioni anche di 300 bar.