Bmw, sistema «xDrive» anche su 3 e 5

Massimo Mambretti

da Courmayeur (Aosta)

A tre anni dal debutto l’xDrive raddoppia. Infatti, il sofisticato sistema di trazione integrale messo a punto da Bmw, che ha esordito nel 2003 con X3 e che successivamente è stato adottato anche da X5, è ora proposto anche sulle berline e touring delle Serie 3 e 5.
Espandendo il raggio d’azione dal settore Suv (o Sav, come amano chiamarle a Monaco) a quello delle vetture con connotazioni prettamente stradali, l’xDrive è destinato ad accrescere ulteriormente il numero di nuove Bmw a trazione integrale in circolazione. Al riguardo i dati (da poco ufficializzati) dalla casa tedesca indicano che nel corso del 2005 su una produzione totale di 1.126.800 vetture sono state 247.402 le X3 e le X5 vendute.
L’avvento della «x generation» delle Serie 3 e 5 è di fatto avvenuto in Italia all’inizio dell’anno. Il dispositivo - che sulle Bmw Serie 3 e 5 si distacca da quello utilizzato sulle Sav per il ripartitore che sfrutta una cascata d’ingranaggi, anziché una catena per trasmettere la giusta quantità di trazione anche alle ruote anteriori - si rivela assai efficace per prevenire situazioni critiche anche nella marcia su asfalto asciutto. Infatti, lavorando in sinergia con i sistemi elettronici preposti al controllo della trazione e della stabilità, l’xDrive riconosce comportamenti anomali e li anticipa, grazie agli input che l’elettronica trasmette a una frizione lamellare. Quest’ultima, che normalmente privilegia l’invio della motricità sull’assale posteriore per garantire quel comportamento sportivo e appagante che ci si aspetta da una Bmw, determina l’ottimale ripartizione di motricità sui due assali ogni qualvolta variano le condizioni di marcia. In questo modo contiene anche i più impercettibili allargamenti di traiettoria dell’avantreno e del retrotreno decretati sia dalla conformazione e dal fondo della strada sia dalla velocità.
In questo modo armonizza il comportamento della vettura. I vantaggi si riflettono sul rendimento, sull’istintività della guida e sulla sicurezza di marcia.