Bmw, tante primizie all’insegna dell’efficienza

ShanghaiConcentrato, come altri del settore Premium, a soddisfare non solo il rinato mercato nord-americano ma, soprattutto, quello in continua espansione cinese, il gruppo Bmw aveva dedicato agli appassionati dell’ex Celeste Impero tante novità al Salone di Shanghai. A quelli maggiormente interessati alle esclusività sono state svelate sia la Rolls-Royce Ghost a passo lungo e la Mini Goodwood, lussuosamente allestita dagli specialisti del casato RR.
A quelli attenti alle vetture che riducono l’impatto ambientale che, comunque, crescono ovunque (secondo le stime nel 2020 saranno il 18% in Europa, il 29% in Cina e addirittura il 32% negli Usa) la 5 ActiveHybrid concept, pronta a trasformarsi in realtà industriale entro il 2013. Realizzata sulla base della Serie 5 a passo lungo prodotta in Cina con il partner locale, la Brilliance Automotive, monta un sistema propulsivo ibrido parallelo, formato da un motore 6 cilindri di 3 litri TwinPower con 218 cv e da un’unità elettrica da 95 cv, alimentata da una batteria ad alto voltaggio d’inedita concezione sistemata nel bagagliaio e ricaricabile anche attraverso una normale presa di corrente. La 5 ActiveHybrid può marciare anche nella sola modalità elettrica per 75 chilometri alla velocità costante di 60 orari. Ma in Cina la Bmw ha anche ribadito il suo Dna di costruttore di auto sportive presentando sia la nuova generazione della Serie 6 Coupé, (ha lineamenti che si rifanno a quelli dell’omonima Cabrio ed è già pronta ad arrivare nelle concessionarie) e la M5, sebbene nelle vesti di show-car.
A metà settembre al Salone di Francoforte si trasformeranno in quelle definitive. Svelate dalle prime immagini ufficiali, e connotate in perfetto stile Motorsport, celano una sofisticata parte meccanica nella quale spicca un V8 4.4 TwinPower Turbo da 560 cv, abbinato a un cambio a doppia frizione con 7 marce, che spinge la M5 sino a 305 l’ora.
A Francoforte il marchio bavarese proporrà anche altre primizie. Tra quelle già annunciate, c’è la nuova generazione della Serie 1 (nella foto). Stilisticamente permeata dai canoni del nuovo corso stilistico della casa dell’Elica, sebbene fedele al cliché della generazione venduta sinora a livello di proporzioni tra i volumi, è un po’ più robusta della precedente e, ovviamente, propone tante novità a livello tecnico. Partono dai motori (i benzina 1.6 con 130 e 170 cv, e i turbodiesel 2.0 da 116, 143 e 184 cv) e arrivano al sistema che permette d’impostare tre differenti modalità di guida: Comfort, Sport ed Eco. In seguito arriverà anche la versione EfficientDynamics, spinta dal turbodiesel meno potente e in grado di assicurare percorrenze medie di 26 chilometri con un litro, grazie anche alla cura posta nei confronti dell'aerodinamica e a tecnologie specificatamente rivolte a contenere consumi ed emissioni.