Bmw X6, un "tornado" Il suv ora è coupè

Dagli Stati Uniti, dove è
prodotta, ecco la prima Sport
utility coupé bavarese.
Efficienza e prestazioni
per un veicolo pronto
a fare tendenza nel mercato del lusso<br />

Sono le 17, i primi colori del tramonto infiammano il cielo dell’aeroporto militare di Ghedi, a dieci chilometri da Brescia. Alcuni Tornado, caccia bombardiere biposto supersonico, del 6˚ Stormo dell’Aeronautica militare, atterrano e decollano o compiono passaggi a volo radente. Su una pista secondaria quindici Bmw X6, la nuova coupé bavarese, sono pronte per essere testate su un percorso tortuoso ricco di birilli che costringono le auto a uno slalom impegnativo. Tra pochi giorni questo modello, che inaugura un nuovo segmento di mercato, quello degli Sport activity coupé, sarà in vendita da tutti i concessionari della casa di Monaco. Il prezzo, compreso tra 60 e 82mila euro, varia a seconda delle versioni e delle motorizzazioni: dai 235 cavalli della X6 30d ai 407 della X drive 50, con motore V8 di 4.395 cc.

La Bmw X6 coupé accanto ai Tornado è a proprio agio. La casa di Monaco è nata all’inizio del secolo scorso proprio per produrre motori per l’aeronautica, come ricorda il marchio bianco e azzurro che rappresenta una elica stilizzata. Inoltre, fino a pochi anni fa erano ancora prodotti assieme a Rolls-Royce motori per jet. La stessa X6 è costruita con leghe speciali e materiali aeronautici, metodologie di processo sono inoltre dell’industria aeronautica. La Bmw xDrive è una prova di coraggio dello stilista Chris Bangle, una interpretazione completamente nuova delle tipiche caratteristiche tecniche e di design di una coupé che costituisce la versione più sportiva della gamma X, a trazione integrale. Il modulo frontale è d’ispirazione sportiva, slanciato, con due grandi prese d’aria. Ha le classiche proporzioni dell’auto sportiva, con forme concave e convesse, e la linea del tetto che scende progressivamente per sfociare nella coda muscolosa. Questa vettura è la prima al mondo ad avere il sistema Dynamic Performance Control, che assicura un’agilità superiore, un’elevata precisione di sterzo e fedeltà di traiettoria, così come la trazione, in qualsiasi situazione di guida. La coppia motrice non è solo ripartita dal sistema xDrive tra l’asse anteriore e posteriore, ma grazie al sistema Dpc la distribuzione della coppia avviene anche tra le due ruote posteriori garantendo la stabilità anche in caso di cambio di carico improvviso e nella fase di accelerazione. Questa tecnologia fa crescere sicurezza e affidabilità del veicolo, soprattutto nelle situazioni difficili.

In tutte le varianti di modello si ha il cambio automatico a sei rapporti. Sistemi di regolazione dell’assetto e di assistenza di guida enfatizzano il carattere sportivo di un’auto in grado di ospitare quattro passeggeri e con un ampio e versatile bagagliaio. La Bmw X6 è prodotta negli Stati Uniti, nello stabilimento di Spartanburg, nella Carolina del Sud, vicino a Charleston. È un’auto pesante, ma agile e maneggevole. Passa da zero a cento chilometri in 6,9 secondi nella versione dDrive 35D con 286 cavalli e registra un consumo di 8,3 litri per cento chilometri.