Bmw, «xDrive» e la tecnologia 4x4 che fa scuola

Corvara (Bolzano)Le recenti grandi nevicate hanno riproposto il problema della sicurezza e della trazione integrale. I fondi stradali scivolosi sono impegnativi. Occorre aumentare la sensibilità alla guida e l’auto deve rispondere in modo intelligente alla diminuita aderenza. Per far conoscere la propria tecnologia a trazione integrale xDrive applicata a ben 37 modelli, Bmw ha organizzato, dall’inverno 2003-2004, oltre 3mila test drive in undici diverse località sciistiche. Quet’anno la xDrive Experience si svolgerà, da dicembre a marzo, a Sestriere, Courmayeur, Madonna di Campiglio, Corvara e Roccaraso. È una manifestazione itinerante, giunta alla sesta edizione, che consente di provare le qualità delle auto Bmw a trazione integrale: dalla Serie 3 (Touring, coupé e berlina), alla Serie 5 (Touring e berlina), alle Sport activity vehicle: X3, X5 e X6, la prima Sav coupé (nella foto). Gli istruttori di «Guidare Pilotare» di Siegfried Stohr accompagnano i partecipanti a questa iniziativa su impegnative strade innevate (per prenotazioni 800681680 o www.bmwdrivingexperience.it). Oltre alla prova delle auto a trazione integrale gli sportivi amanti della tecnologia Bmw hanno l’opportunità di compiere lunghe discese con i più grandi campioni dello sci italiano: Kristian Ghedina, Kurt Ladstatter, Luca Cattaneo, Werner Perathoner e Matteo Nana. L’attuale sistema Bmw di trazione integrale, introdotto per la prima volta sulla X3 e aggiornato costantemente, riconosce quando è necessario modificare la ripartizione della coppia e reagisce distribuendo la potenza tra avantreno e retrotreno. Trascorrono solo pochi millisecondi dopo una partenza su fondi viscidi e sconnessi tra l’interruzione dell’aderenza di una ruota e lo smistamento della coppia alle ruote che continuano ad avere aderenza. Un tempo la ripartizione della potenza era fissa tra avantreno e retrotreno; xDrive aumenta la sicurezza e la stabilità di marcia. Sui rettilinei la ripartizione è 40% all’avantreno e 60% al retrotreno. Il cuore di xDrive è la frizione elettronica a lamelle nel differenziale che distribuisce la coppia. Questo giunto controlla il flusso di potenza e nei casi estremi può separare l’avantreno dal retrotreno.
Le eccellenti prestazioni di xDrive, che valorizza tutti i dati dinamici e attiva la trazione integrale al momento giusto, sono il frutto dell’elaborazione di tutte le informazioni fornite dal sistema di gestione Dsc. Il sensore dell’angolo di imbardata, a esempio, capta la rotazione della vettura attorno all’asse perpendicolare, mentre il sensore di sterzo rileva l’angolo di sterzata. Queste informazioni trasmesse dai sensori e unite a quelle sulla velocità, l’accelerazione laterale e sui dati del motore, consentono una gestione ottimale dello stato dinamico dell’auto. La trazione integrale xDrive, sempre inserita, è tra le tecnologie disponibili sul mercato più avanzate.