Bmw Z4 è un cult Nel roadster i valori del marchio

A Brescia la lunga fila di auto che hanno partecipato alla Mille Miglia lo scorso fine settimana erano precedute da nove Bmw Z4. Nelle prima vi era il campione di sci Khristian Ghedina con Andrea Castronovo, presidente di Bmw Italia. Hanno aperto la passerella delle veterane gloriose che hanno partecipato alla Mille Miglia 2009, poi sono saliti sulla Bmw 328 coupé carrozzata Touring che nel 1940 aveva vinto l’edizione della Mille Miglia disputata sul circuito Brescia Cremona Mantova Brescia e con quella roadster gloriosa hanno partecipato alla competizione di regolarità. La nuova roadster tedesca è in vendita in Italia dal 9 maggio.
Costruita in Germania a Regenburg, dove si realizza anche la nuova Bmw Serie 3 Cabrio, hanno entrambe il tetto rigido in metallo che scompare nel bagagliaio. Queste roadster sono state costruite negli Usa a Spartanburg: la Z3 dal 1995 al 2003 in 273mila esemplari, la Z4 in oltre 180mila unità fino al 2009. Entrambe sono state apprezzate anche in Italia da oltre 20mila appassionati che le hanno acquistate. Disegnata dal Centro stile, un tempo diretto da Chris Bangle, la nuova Z4 è partita bene ancor prima del suo lancio sul mercato: dopo il Premio «Eyes on Design», presentato durante il Salone dell’auto 2009 di Detroit, ora sta ben figurando. Anche la giuria del premio «red dot» ha riconosciuto l’interpretazione moderna dello stile classico del roadster. La nuova Bmw Z4 con il cofano motore allungato, la spalla piatta e il posto di guida molto arretrato, è un’auto che fa sognare. Il design è particolare e per la prima volta ha un hardtop retrattile in metallo che si apre elettricamente. Offre un'esperienza di guida unica.
Ancor prima di arrivare sul mercato sta letteralmente lasciando il segno. Per la prima volta in assoluto, il tema di base della campagna di comunicazione è costituito da un motif creato dall’auto stessa. Invece di un pennello, l’artista di strada sudafricano Robin Rhode ha impiegato gli pneumatici della Z4 per applicare motivi dal colore vibrante su una tela enorme di 1.800 metri quadrati, un pannello gigantesco in medium density, con le impronte di pneumatici a creare forme perfettamente realizzate, di cerchi, di curve e di linee nei colori giallo, blu e rosso. Il risultato è «An Expression of Joy», proprio come la Bmw Z4 stessa. Il roadster è l’emblema delle qualità del marchio che abbina il piacere di guidare il massimo potenziale sportivo ed il design caratteristico. Manfred Bräunl, responsabile del marketing di Bmw in Germania, è convinto che «la Z4 rappresenti i valori del marchio: design, giovinezza, prestazioni dinamiche». È un modello che sarà apprezzato anche dai collezionisti.