Bnl: nel primo semestre utile netto consolidato di 142 milioni

«Siamo cresciuti nonostante un contesto economico-finanziario fragile e complesso», commenta l'ad Fabio Gallia.

ROMA - Il gruppo Bnl (gruppo Bnp Paribas) nel primo semestre 2011 ha registrato un incremento del 3,4% su base annua del margine netto dell'attività bancaria che ha raggiunto quota 1,584 miliardi di euro, prevalentemente grazie all'efficacia delle azioni commerciali. I costi operativi, pari a 894 milioni, sono scesi del 15,8% rispetto al primo semestre 2010 (il risultato è sostanzialmente allineato se si considerano gli oneri di ristrutturazione per oltre 190 milioni sostenuti nella prima parte dell'anno scorso ed imputabili principalmente all'accantonamento al fondo incentivazione agli esodi volontari).
L'utile ante imposte si è attestato a 284 milioni di euro (55 milioni al 30 giugno 2010) e l'utile netto a 142 milioni di euro, a fronte della lieve perdita (18 milioni) conseguita alla stessa data dello scorso anno.
«Questi risultati - ha commentato l'ad Fabio Gallia - testimoniano la capacità di Bnl di saper crescere in modo sostenibile, pur in un contesto economico-finanziario fragile e complesso».