Bnp-Paribas «Bnl resterà con noi per sempre»

Bnl «è al cuore di Bnp-Paribas e lo resterà per sempre». Così Jean-Laurent Bonnafè, direttore generale della banca parigina, smentisce le voci su un divorzio dall’istituto di via Veneto, a favore di nuove nozze con Mps: in un momento di congiuntura negativa Bnl si è difesa, spiega Bnp annunciando i risultati 2010. Il quarto trimestre della divisione italiana promette bene per il futuro, con un utile lordo salito del 16% a 91 milioni, anche se nel 2010 l’utile al lordo delle imposte di Bnl è diminuito del 17,2% rispetto al 2009, a quota 432 milioni. In un contesto di lenta ripresa dell’economia italiana, Bnl, sostiene il gruppo, ha continuato ad attuare il proprio piano di azione, migliorando la sua offerta e sviluppando le attività di cross selling con Investment Solutions (risparmio finanziario) e Cib (cash management, finanziamento del commercio internazionale e finanziamenti strutturati). Intanto il gruppo Bnp - che nega anche l’interesse per Pioneer, messa in vendita da Unicredit - si gode il risultato netto 2010 salito di oltre il 34% a 7,8 miliardi.