Bnp Paribas leader estero

Nel mese di agosto, tradizionalmente poco movimentato per l’industria del risparmio gestito, si registrano diversi sorpassi nella classifica generale dei gruppi. A cominciare da quello di Arca (85 milioni di raccolta netta mensile) che riesce a superare il gruppo Banco popolare (meno 55 milioni) piazzandosi al sesto posto assoluto.
Altrettanto rilevante è poi il balzo al nono posto del gruppo Bnp Paribas: non tanto per la raccolta netta (che resta negativa nel mese per 174 milioni) quanto perché sopravanza Jp Morgan asset management (meno 507 milioni), diventando il primo gruppo estero nel mercato del risparmio gestito italiano. Infine si deve segnalare la sfida tra i grandi network di promotori che vede il sorpasso di Azimut (116 milioni) a spese di Banca Generali (meno 280 milioni). Per il resto, a parte l’exploit mensile del Credem (326 milioni), e il ritorno in attivo sia per il gruppo Eurizon financial (64 milioni) che per Deutsche bank (75 milioni), i dati di raccolta netta mensile dei grandi gruppi vedono prevalere il rosso.
Mese contrastato anche per le reti di promotori. Oltre la già citata Azimut, in territorio positivo chiude la raccolta mensile di Fideuram (0,2 milioni) e, soprattutto, quella di Mediolanum mentre Ras (meno 101 milioni) e Banca Generali vanno in rosso. Stesso discorso per le società di gestione indipendenti. Bene Kairos partners (75 milioni), Hedge invest (54 milioni), Ersel (47 milioni), Banca Intermobiliare (26 milioni), Vegagest (1,4 milioni) e Albertini (26 milioni) mentre nel caso di Anima (meno 61 milioni), Nextam partners (meno 15 milioni) e Consultinvest (meno 2 milioni), il flusso di riscatti ha superato le nuove sottoscrizioni mensili.