«Bobo Vieri è in sede», ma non era vero

Emmanuele Gerboni

Un altro nome nella lista della spesa, la Samp continua a monitorare alcune situazioni, si lavora anche in prospettiva. La società del presidente Riccardo Garrone sta seguendo con attenzione Mattia Marchesetti, centrocampista di fascia che si mettendo in mostra nella Cremonese. Ventidue anni, ha collezionato 17 presenze e due gol in questa stagione.
Ieri pomeriggio c’è stato un blitz a Bogliasco dell’avvocato Vincenzo Rispoli, direttore d’orchestra del mercato grigiorosso. Ha parlato con Salvatore Asmini, coordinatore dell’area tecnica blucerchiata. Oggetto della chiacchierata proprio Marchesetti, e oggi alcuni emissari della Samp potrebbero sbarcare allo stadio Zini di Cremona per assistere alla partita tra i padroni di casa e il Brescia.
Marchesetti, che ha recuperato da un fastidioso torcicollo, dovrebbe giocare: un’altra occasione per osservare il giocatore che, da qualche tempo, è finito nel taccuino dei dirigenti blucerchiati. Il ragazzo si era guadagnato la ribalta nella scorsa stagione, quando finì al Chievo (dieci gare e una rete con il Parma). Centrocampista di fascia destra, buona progressione e grande facilità di cross: ecco le sue caratteristiche. Era stato un campionato positivo per lui che, adesso, ha fatto ritorno alla Cremonese. Che aveva chiesto un milione di euro per il cartellino del giocatore. Adesso, la trattativa potrebbe concludersi su basi decisamente inferiori. Sulla tracce del giocatore ci sono anche altri due club di serie A. Proprio il Chievo che avrebbe offerto in cambio il laterale Antonelli ma anche il Treviso si è fatto avanti.
Sempre più conferme invece per Andrea Parola, centrocampista dell’Ascoli. La società marchigiana ha fatto sapere che la trattativa può interessare, ma prima i bianconeri vogliono trovare un sostituto. La Samp avrebbe proposto anche Giornata Mingozzi (appena rientrato dopo un infortunio) ma la risposta non è stata positiva.
E diventa sempre più forte la possibilità che Mingozzi si possa fermare a Genova, garantendo quindi un’altra alternativa a Walter Novellino. Che sta cercando di recuperare Marcello Castellini, Marco Pisano e Andrea Gasbarroni («Sto meglio, non sento più dolore», ha detto il centrocampista) per la sfida con il Livorno. E sono indicazioni positive per i tre giocatori che dovrebbero essere presenti.
Intanto, in una lettera congiunta, i sindaci di Genova e Livorno chiedono ai sostenitori delle due squadre il «rispetto delle tradizioni di comportamento civile che appartengono alle tifoserie delle due citta». E sarà nutrita la rappresentanza dei tifosi amaranto che arriveranno a Genova per il primo match dell’anno solare. Che, di solito, porta bene alla Samp. Che non subisce gol in questa partita da cinque anni. Ma c’è un altro dato importante, i blucerchiati si trovano al settimo posto in classifica con 25 punti. Infatti la Samp ha ancora a disposizione 180’ minuti per migliorare il proprio girone d'andata e farlo diventare il più positivo dal ritorno in serie A. Andiamo a rileggere gli ultimi risultati. Nel 2003/04, 17 giornate, la Sampdoria girò a 24 punti; lo scorso anno, 19 giornate, i punti furono 28. Ne mancano tre, da raccogliere in due giornate, per eguagliare almeno il traguardo della stagione scorsa.
Ieri invece si è sparsa in città la solita «bufala»: «Bobo Vieri è nella sede della Sampdoria». Notizia ovviamente falsa ma anche questo fa parte del calcio mercato.