Boccata d’ossigeno in corsia: scattano 3.200 nuove assunzioni

Boccata d’ossigeno in arrivo per gli ospedali di Milano e della Lombardia. Nei prossimi mesi saranno infatti assunti 3.233 nuovi dipendenti tra infermieri, medici e primari. Lo ha stabilito la Regione Lombardia con due delibere, appena approvate dalla giunta, che mettono a punto i piani di assunzione a tempo indeterminato per il 2011. Un elenco di un paio di pagine che i direttori sanitari aspettavano con trepidazione. Ecco, magari non tutte le loro richieste sono state accolte dal Pirellone, ma almeno nei reparti arriveranno rinforzi. Nonostante i tagli imposti dal governo.
In corsia sono attese 2.840 persone (di cui 816 dirigenti) per le aziende ospedaliere, le fondazioni Irccs di diritto pubblico e per Areu. Alle Asl invece saranno assegnate 393 persone (di cui 125 dirigenti). Soddisfatti i direttori degli ospedali che vedono nella decisione del Pirellone un «segnale positivo». Anche perchè è un primo passo per far fronte all’emergenza medici che, nel 2015, potrebbe contare 7.600 professionisti in meno nelle corsie.