MA LA BOCCIATURA È TUTTA POLITICA

Innanzitutto, devo scusarmi personalmente con tutti i nostri lettori. Sul Giornale di ieri - peraltro ricchissimo di approfondimenti e di storie, un numero di cui sono orgoglioso e di cui ringrazio i nostri straordinari redattori - non avevamo la notizia dell’inchiesta sul Comune di Genova. Giornalisticamente si chiama «buco». E la colpa di quel «buco» è tutta mia: infatti, non si trattava di una notizia segreta, ma la fonte era il sito Dagospia di Roberto D’Agostino. E, visto che essendo abituato a scrivere ed organizzare pagine non ho tempo per passare ore a leggere Dagospia, ecco lì spiegato il «buco». Scusate ancora, anche perchè credo che continuerò a non avere il tempo per leggerlo.
Poi, subito, quello che mi sta più a cuore: sono garantista per tutti, soprattutto per quelli che la pensano diversamente da me. E, quindi, fino a sentenza definitiva ritengo innocenti Morettini, di cui non condivido praticamente nulla e che non mi ha mai ispirato soverchie simpatie, con il suo look da ultrà (...)