La Bocconi presenta i suoi Master

Per le università italiane avvicinarsi alla vetta delle classifiche mondiali sulla qualità degli atenei resta un miraggio. Ci riesce la Bocconi, nella graduatoria del Wall Street Journal sugli «Mba», Master of business administration. Master che l’ateneo presenterà oggi agli studenti nella sua Sda (Scuola di affari) in via Bocconi.
Nella classifica del giornale d’affari, gli «Mba» dell’ateneo cittadino si piazzano al 21° posto, un gradino sotto l’americana Harvard, tre sopra l’altra statunitense e prestigiosa Stanford. «Un posto - ricordano alla Bocconi - che occupiamo stabilmente, a conferma della completezza dei nostri corsi».
Gli studenti potranno farsene un’idea oggi. In occasione dell’open day - questo il nome della presentazione - sarà possibile seguire una «Master class» (lezione del master) e fare domande ai docenti che terranno i corsi e selezioneranno gli iscritti. Nel pomeriggio sono previste le presentazioni dei master a tempo pieno (alle 15), di quelli part-time (18.15) e dei serali (19.30).
Si comincia alle 14.30, alla Divisione master della Sda Bocconi. Il numero di posti per partecipare alle presentazioni è limitato, per questo l’università invita gli interessati a compilare la richiesta sul sito www.sdabocconi.it/incontri.
Il master - nelle speranze degli studenti - è il miglior trampolino di lancio nel mondo del lavoro. La ricerca del Wall Street Journal parla di una ripresa del mercato degli «Mba». Il 25 per cento dei selezionatori delle aziende interpellate dichiara di pagare a chi possiede questo tipo di master salari annui di ingresso superiori ai 79mila euro. I corsi della Bocconi - nella stessa classifica - sono noni in Europa. Primeggia, in assoluto, un ateneo spagnolo (Esade), seguito da uno svizzero (Imd) e dal messicano Ipade.