Bocconi, un videogioco per diventare manager

Vince chi realizza il miglior risultato economico

L’idea gli è venuta guardando il figlio 17enne: «Come tutti i ragazzi della sua età è appassionato di videogiochi e telefonini. Mi son detto: perché non sfruttare questi strumenti per avvicinare i giovani a qualcosa di più “difficile”?». È nato così Ice - Ice Cream Empire, l’impero dei gelati - il videogioco per telefonini creato dalla Bocconi.
«I ragazzi, per vincere, dovranno agire da imprenditori vendendo il loro prodotto: i gelati» aggiunge Fausto Pasotti, direttore marketing dell’ateneo e ideatore di Ice. Le regole, però, sono tutt’altro che virtuali. «Nel videogioco vince chi realizza il miglior risultato economico». Bisogna saper fare gli acquisti delle materie prime e tener conto delle «variabili di giornata» come la temperatura o lo sciopero dei mezzi pubblici. «Il giocatore sceglie dove posizionare il chiosco, può farlo in sette luoghi di Milano, dai Navigli, alla Bocconi al Duomo. E in base a questo dovrà decidere che tipo di gelato fare, a quanto venderlo, se investire in pubblicità o personale».
Per scaricare il gioco bisogna connettersi al sito www.unibocconi.it/ice e registrarsi. Lì è possibile inserire il proprio punteggio, controllando quello dei rivali. L’ateneo, insieme a Tim e Impressionware, ha realizzato anche una versione del videogioco in inglese. «Gli studenti stranieri potranno conoscere Milano e la Bocconi attraverso il gioco» spiegano all’ateneo. Un aspetto sul quale insiste il rettore: «Se i giovani che lo provano si iscriveranno alla Bocconi saremo felici, se no li avremo comunque avvicinati alle logiche aziendali» spiega Angelo Provasoli. «La storia è piena di grandi imprenditori partiti dal nulla - conclude Pasotti-. Chissà se il gioco ci aiuterà ad averne degli altri...».