Bogdani fa tris, Del Neri esonerato

Natale Conti

da Palermo

Una tripletta di Bogdani mette ko il Palermo e fa emergere tutti i limiti di gioco dei rosanero. Tre reti che mandano a casa Del Neri (lo ha confermato il vice presidente Micciché) e già oggi dovrebbe arrivare Papadopulo. Il Palermo volta le spalle al suo tecnico, dimostrando di essere squadra in confusione, incapace di far gioco, votata alla resa. E il Siena si sente in paradiso. Sul campo la partita la vince Gigi De Canio che schiera una difesa a tre, più che abbondante per bloccare un inesistente Caracciolo e un volenteroso Di Michele, ed un centrocampo a cinque. Ed è questa la mossa che mette ko i rosanero.
Troppo il divario di uomini a centrocampo e quindi partita nelle mani del Siena che l'amministra alla grande. Il primo gol di Bogdani arriva dopo 29 minuti, scambio con D'Aversa che lo smarca solo davanti a Lupatelli. Bogdani non perdona.
Nella ripresa al 13' punizione di Paro e colpo di testa di Bogdani che batte Lupatelli nell'angolo alla sua sinistra. Al 21' terzo gol, ancora di Bogdani, che appoggia in rete un perfetto lancio di Vergassola.
Due minuti dopo la coppia Di Michele-Godeas confeziona il gol della bandiera, siglato dall'ex triestino. Il Palermo recrimina su due falli di mano, uno quasi allo scadere del primo tempo di Legrottaglie e l'altro al 3' della ripresa di Negro sui quali un incerto Dondarini sorvola. Alla fine applausi al Siena e fischi al Palermo. Dalla curva Sud un coro: «Andate a lavorare». Del Neri lascia il campo da solo, mentre la squadra va a ringraziare la curva Nord sfidandone i fischi.