Bogdani ha la testa vincente

Stefano Tesi

da Siena

Il gol di Bogdani quasi allo scadere del secondo tempo salva il Siena da un brutto e inutile pareggio con l'ormai condannato Treviso, poche ancorché ghiotte palle-gol.
Prima della rete, le emozioni si erano esaurite tra il 21' e il 26' del primo tempo, quando Chiesa sparacchiando su Zancopè sbagliava clamorosamente dal dischetto (per la terza volta consecutiva) il penalty concesso da Dattilo per un fallo di Zancopè su Bogdani, e poi Locatelli vedeva spegnersi sul palo una magnifica conclusione da media distanza. Queste due occasiomi, per quanto non finalizzate, giustificano il risicato successo dei toscani e ne rafforza la posizione al centro del gruppo.
Tutto il resto era noia, gioco troppo spezzettato a centrocampo con i cosiddetti falli tattici, con il Treviso che si difendeva con maggiore convinzione e tentava qualche efficace contropiede. Il Siena aveva tuttavia il merito di crederci fino in fondo e toccava al centravanti albanese girare in rete di testa al 42' del secondo tempo un angolo tirato dal vivace Guzman.