Bogliasco, «Aria pulita» attacca il sindaco Pastorino

Situazione sempre più tesa a Bogliasco tra il sindaco diessino, Luca Pastorino, e il comitato «Aria pulita» che forte di oltre 600 firme si oppone al nuovo progetto di Fondovalle. Progetto che prevede (in project financing) lo spostamento della piscina, la realizzazione di un palazzetto dello sport, di un albergo e alcune villette.
Ma si parla anche della realizzazione di due bretelle che passerebbero proprio tra i palazzi posti sul versante orientale del territorio.
«A pochi metri dalle nostre finestre», spiega Enrico Pisano, il presidente del comitato che lo scorso 5 settembre ha inviato una lettera al sindaco chiedendo un incontro tra primo cittadino e una delegazione del comitato.
Lettera che venerdì sera, in pieno consiglio comunale e su sollecitazione del forzista Federico Fossa, Pastorino ha negato di aver ricevuto.
Parole hanno gettato il gelo tra il pubblico in sala. Vivaci le reazioni dei consiglieri di minoranza.
Per Fossa si è trattato di un inaudito menefreghismo verso 600 concittadini.
Dura la reazione, dai banchi dell'opposizione, anche del consigliere Serafino Fracas, mentre l'ex sindaco Adelio Peruzzi abbandona l'aula accusando l'amministrazione di scarse chiarezza e democrazia.