Bogliasco in festa per il patrono

Pier Luigi Gardella

Con una serie di manifestazioni, che cominceranno oggi e che si concluderanno il 17 luglio, la cittadina di Bogliasco celebra le Feste patronali in onore della Madonna del Carmine. Mentre, infatti, la Chiesa parrocchiale è dedicata alla Natività della Vergine, la patrona del paese è la Madonna del Carmine, la cui ricorrenza del 16 luglio si celebra ormai da oltre tre secoli.
Fu precisamente il 21 aprile 1674 che Padre Angelo Albertelli, predicatore dell’Ordine Carmelitano, su incarico del Generale dei Carmelitani genovesi, istituì a Bogliasco la Compagnia di Nostra Signora del Carmine. Un culto, in ogni caso, antichissimo, che trae origine dalla visione del futuro avvento sulla terra della Vergine che il profeta Elia ebbe sul monte Carmelo, promontorio che si estende sul Golfo di Haifa nell’odierna Israele. Nei primi secoli dopo il 1000, poi, alcuni pellegrini e soldati delle Crociate vollero fermarsi sul monte Carmelo per vivere come era vissuto il profeta Elia, dando così origine all’ordine dei Carmelitani che nel 1205 ricevette una prima Regola dal Patriarca di Gerusalemme. In Liguria è festeggiata la Madonna del Carmine, ma sono decine le località che hanno una chiesa a lei intitolata, da Lavagna, a Masone.
A Bogliasco è prevista una settimana di festeggiamenti, dal teatro in piazza di oggi, organizzato dagli ospiti dell’Istituto Moresco dell’Opera di Don Orione, ai clown saltimbanco di domani, al ballo liscio di martedì, tutto in piazza 26 aprile.
Mercoledì 13 dalle 21, discoteca per i giovani sull’area dei campi sportivi di Fondovalle, con il Dj Francesco Fontes, mentre giovedì sarà ospite in piazza 26 aprile, il gruppo Zenantiga, con canti e balli della nostra terra ligure. Venerdì 15 celebrazione religiosa in spiaggia, con la processione in mare della statua della Madonna. Dopo il concerto bandistico della Banda Cittadina di Rivarolo, la serata si concluderà con un grande spettacolo pirotecnico. Pure sabato, dalle ore 21, per le vie del paese, processione con la Cassa della Madonna ed i Cristi delle Confraternite, con un altro grandioso spettacolo pirotecnico che concluderà i festeggiamenti alle 23,30. Domenica mattina con la Messa solenne delle ore 11 che sarà celebrata da Mons.
Luigi Lanfranconi, Curato di Bogliasco nel 1945; la Messa è anche a suffragio dei cittadini caduti durante il bombardamento alleato del 17 luglio 1944. E nel ricordo di questo triste evento sarà anche il concerto di fisarmoniche presentato la domenica sera dalla Fisorchestra di Carpineti (RE). Si ricorda in particolare Giuseppino Caffarena, il ragazzo di sedici anni caduto sotto il bombardamento per essere corso a recuperare la fisarmonica.
In tutte queste serate stand gastronomici offriranno focaccette fritte, focaccia al formaggio ed altre specialità, mentre da venerdì a domenica si terrà una fiera con bancarelle lungo via Dei Mille.