Il Bogliasco si gioca la salvezza nel derby contro il Nervi (e in altre due piscine)

Un campionato deciso dagli ultimi trentasei minuti. Si chiude così oggi pomeriggio la stagione per la Rari Nantes Bogliasco, società protagonista da decenni della pallanuoto italiana. E si chiude nel modo più cruento: il derby con il Nervi (comunale ore 16, arbitri Gomez e Taccini) ossia proprio con la squadra che, perdendo nella penultima giornata in casa con il Latina, ha riacceso le speranze dei pontini, costringendo oggi i biancocelesti di De Crescenzo a dare il mille per mille per racimolare quei tre punti che si chiamano salvezza. Già perché se oggi il Bogliasco non dovesse vincere, mentre al contrario Latina e Catania dovessero portare a casa i tre punti, per la società presieduta da Claudio Gavazzi si spalancherebbero le porte della A2. «Dovremmo giocare con la testa ed il cuore» è il diktat di Roberto Mannai, il capitano che oggi scenderà in vasca per la sua ultima partita. Il sogno è festeggiare la salvezza: «sarà una battaglia, ma dovremmo concentrarci solo sulla nostra partita». Palese, oggi. l’effetto boomerang dell’abolizione dei play out: la credibilità del campionato di pallanuoto è inficiata proprio dalla voglia di giocare di chi non ha nulla da perdere.
Le altre gare: ore 14.45: CN Posillipo-RN Sori, RN Savona-Pro Recco. Ore 16.00: Latina PN-RN Florentia, Catania-Civitavecchia.