Bogliasco vieta di aiutare la Birmania

A Bogliasco la sensibilità non è di casa. Soprattutto se a concederla deve essere il suo primo cittadino Luca Pastorino. Il sindaco della cittadina del levante genovese è arrivato a vietare alla protezione civile un banchetto per la raccolta fondi in favore delle popolazioni della Birmania colpite dal tifone di due giorni fa.
Comunicazione scritta su carta intestata della protezione civile e fax inviato dai volontari di Bogliasco agli uffici del sindaco. La richiesta era chiara: uno spazio nel paese da poter occupare con un tavolino e tre sedie per raccogliere fondi. Permesso negato in barba alla popolazione birmana: «nel 2005 con la nostra raccolta fondi per le popolazioni colpite dallo tsunami ritenemmo un riconoscimento da Guido Bertolaso- si lamentano i volontari- È vergognoso come il sindaco stia facendo di tutto per ostacolarci».