Bogliasco vuol far girare le pale sulla collina

Bogliasco si ribella. La maggioranza di centrosinistra che qualche volta era riuscita a proporre idee persino condivisibili dall’opposizione (o almeno da parte di cittadini che non hanno votato questo sindaco) stavolta scontenta anche parte dei suoi stessi sostenitori. L’idea è quella di installare pale eoliche sulle colline del borgo, sulle alture verso Sori. La pratica è persino già stata inserita al punto 4 dell’ordine del giorno del consiglio comunale che si terrà questa sera alle 19 e che si preannuncia assai caldo, anche perché non raccoglie pieni consensi neppure in maggioranza.
«Di fronte a questo tentativo di scempio, perché solo di scempio si tratta, fosse anche solo una la pala installata sulle nostre colline, vorrei serenamente esprimere il mio più vivo disappunto - interviene Pier Luigi Gardella, che un po’ anche lo storico di Bogliasco - Illustri tecnici e scienziati, cito per tutti il professor Franco Battaglia del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell'Ambiente dell'Università di Modena e Rosa Filippini Presidente degli Amici della Terra, hanno da tempo dimostrato l'assoluta inefficacia, rispetto ai costi di installazione e di manutenzione, del sistema eolico per la produzione energia, costi aggravati dal fatto che, insieme al fotovoltaico. Ma al di là del fattore costi, ciò che più mi preoccupa è la devastazione delle nostre colline».