Bogotà, ubriaco alla guida travolge passante 700 dollari di multa e 900 anni senza patente

Ubriaco alla guida per le strade di Bogotà uccide una passante 87enne. Il colpevole, un uomo colombiano, è stato condannato a pagare una multa di 700 dollari. In aggiunta alla sanzione, gli è stata ritirata la patente, per 9 secoli...

Una decisione davvero "assurda". Così Deiby Rodriguez ha commentato la decisione con la quale il governo colombiano ha deciso di ritirargli la patente per 900 anni, dopo avere investito e ucciso una donna, mentre guidava in stato d'ebbrezza.

L'uomo non potrà più circolare al volante della sua quattro ruote per nove secoli, in pratica fino al 2911, dopo avere investito per le strade di Bogotà una passante 87enne. Una misura che, su questo ha ragione Rodriguez, ha un che di "assurdo", ma che di certo - anche se in maniera del tutto simbolica - calca la mano su un problema fondamentale sul quale bisognerebbe forse intervenire più seriamente, ossia quello della sicurezza alla guida. Di recente in Colombia è iniziata una campagna contro gli ubriachi al volante e lo scorso fine settimana sono state multate 1.500 persone.

Dal canto suo, l'uomo ha commentato la sentenza sostenendo di non avere ucciso nessuno, non tanto perché la cosa non era premeditata, ma perché la donna, questa la giustificazione di Rodriguez, "soffriva da tempo di cancro". In aggiunta alla sospensione della patente, Rodriguez si è visto addebitare una multa di 700 dollari. La durezza della misura dipende dal fatto che l'uomo era ubriaco alla guida per la quarta volta.