«La Bohème» alla Scala Baveno, festival Giordano

Valeria Pedemonte

Oggi. In Conservatorio, alle 21, si esibiscono Selene Framarin (clarinetto) e Aska Carmen Saito (pianoforte), in composizioni di Schuman e Penderecki.
Domani. In Conservatorio, alle 21, suonano Cristina Ardizzone (violino), Gabriele Ardizzone (violoncello) Ruta Stadalnykaite (pianoforte). In programma musiche di Ciaikovskij.
Mercoledì. Alla Scala, alle 20, si replica La Bohème di Puccini diretta da Niksa Bareza e con la regia di Franco Zeffirelli.
Giovedì. In Auditorium, alle 20.30, con «A Midsummer Night’s Dream» di Britten si apre la rassegna «Sogni di mezza estate» con l’Orchestra Verdi diretta da Giuseppe Grazioli. Alla realizzazione partecipa il coro di voci bianche «Pueri cantores» di Roberto Fioretto. A Villa Simonetta, alle 22, prende il via la XII edizione dei Notturni dedicati a Mozart. Suona la Alpen Kammerphilharmonie diretta da Massimo Lambertini, con la violinista Eriko Sumi. In programma musiche di Mozart, Paganini, Sarasate.
Venerdi. A Villa Simonetta, alle 22, si esibisce la «Civica Orchestra di fiati di Milano», diretta da Mauro Bernasconi. Tema della serata «Dalla tradizione all’innovazione»: musiche di Mozart, Verdi, Strauss, Manzalini e Somadossi.
Sabato. Alla Scala, alle 20, si replica la Cenerentola di Rossini, diretta da Bruno Campanella e la regia di Jean-Pierre Ponnelle. A Villa Simonetta, alle 22, prende vita l’«Opera prima per Mozart» di Giorgio Colombo Taccani con l’Orchestra da Camera dei Laghi, con Enrico Barchetta, corno delle Alpi.
Domenica. Nel Parco di Villa Fedora, a Baveno, alle 21.15 nel contesto del «Festival Umberto Giordano», l’Ensemble di Giovanni Nuti propone «Milva canta Merini»: un incontro particolare fra cantante e poetessa.