Boldi al primo posto Sorrentino insegue

Diversificare conviene. Il «cinepandeimorti» di Boldi fa breccia in un pubblico che dimostra di apprezzarne ancora la sua particolare comicità. Matrimonio a Parigi ha esordito, infatti, con ben 1.808.844 euro ed una media per sala di 4.300 euro a copia; visti i tempi, un risultato assolutamente apprezzabile. Si rivela così azzeccata la scelta, già in essere da qualche anno, di Boldi di andare nei cinema con il suo film senza sovrapporsi con l’affollamento natalizio. «In questo periodo di difficoltà, con un calo medio del 45% di pubblico nei cinema italiani, è un risultato estremamente positivo, anche per l’erario italiano! Potrò, infatti, pagare ancora un bel po’ di tasse grazie a questo film d’evasione» ha dichiarato il comico commentando il primo posto nel box office. Classifica con podio tricolore. Dietro Boldi e Sorrentino, debutta, in terza posizione, la commedia Bar Sport, tratta dal libro di Benni. Tra le novità, è sesto Paranormal Activity 3 a riprova che il cinefilo non si è ancora stancato di questo particolare filone. Decimo posto, invece, per il disneyano Maga Martina 2 che precede il controverso Melancholia firmato da von Trier. Completano il quadro delle novità la quindicesima piazza del divertente Un poliziotto da Happy Hour (recuperatelo perché ne vale la pena) e il diciannovesimo di Una separazione, premiato a Berlino con l’Orso d’Oro ma bocciato da chi paga il biglietto.