Bollani: un cd e il teatro con Riondino

da Milano

Sarà pronto ad ottobre il nuovo cd di Stefano Bollani, e probabilmente sarà un album coppio. Ad annunciarlo è il fantasioso pianista che si è esibito a Ischia nella serata conclusiva dell'Ischia jazz festival.
L’eclettico artista milanese, uno dei migliori jazzmen delle ultime generazioni, confessa di essere ispirato dalla tradizione napoletana: «Posseggo sei dischi di Roberto Murolo, per me sono come la Bibbia. Sono coinvolto dalla tradizione musicale napoletana: la mia canzone preferita è Te voglio bene assaje, l'ho anche inserita in un mio cd, uscito solo in Giappone qualche tempo fa. A dire il vero, però, non sono soddisfatto della mia versione, non mi è piaciuta».
Bollani ama la musica e racconta di aver iniziato a suonare a sei anni «per gioco», poi «il tempo e gli eventi» gli hanno dato la possibilità di continuare: «Se c'è uno che si diverte e continua a giocare giorno dopo giorno, quello sono io», specifica il musicista.
Poi parla dei suoi progetti futuri, che vedono in primo piano il nuovo album. «Il mese prossimo comincerò la registrazione di un nuovo cd, forse un doppio». Insieme a Bollani nel disco ci saranno la cantante Petra Magoni, moglie del musicista, Mark Felman e il trombettista Paolo Fresu. L'uscita è prevista per maggio. Bollani sta anche preparando due spettacoli teatrali. Il primo si intitola Il presepe, in coppia con Davide Riondino, che ha scritto i testi, andrà in scena per Natale. Il secondo con la Banda Osiris, con cui collabora spesso: «Andare in scena con loro è divertentissimo perché significa improvvisare e non considerare assolutamente le prove».