Bollicine a teatro nella notte più lunga

Per il tradizionale "veglione" Milano sfoggia show ed eventi tagliati su
misura: dalla comicità di Ale & Franz, Teocoli e Bertolino alla
danza con la "Bella addormentata", dai gospel ai musical fino al gran
galà dell’operetta

Aspettare il nuovo anno tuffandosi nello spettacolo. Perché il vecchio adagio lo si conosce, se lo si fa a Capodanno... Evidentemente, è tutta un'altra cosa sollevare il calice dopo essersi divertiti: ti fa pensare un po' più alle novità che hai davanti, piuttosto che alle cose che lasci alle spalle. Ecco perché la formula dello spettacolo abbinato all'arrivo del nuovo anno ha sempre fatto centro. Milano, come da tradizione, si prepara al cosiddetto Veglione sfoggiando spettacoli di cartellone, ma anche allestimenti tagliati su misura per la notte più lunga, all'insegna dell'evasione e del divertimento. É su questi che si posa l'attenzione di buona parte del pubblico, anche perché il tradizionale rito di passaggio da un anno all'altro (con conseguente tacca in più sul nostro calendario personale, a rischio di malinconia) lo si vuole passare sorridendo. Sono svariati gli appuntamenti all'insegno dell'ironia e della comicità. Due nomi storici della comicità milanese occupano rispettivamente altrettanti palcoscenici illustri della città: Teo Tecoli, insieme con Mario Lavezzi, è il protagonista assoluto di Show Speciale al Teatro degli Arcimboldi (31 dicembre ore 22.30 e 1 gennaio ore 18, info 02.641142213) mentre Enrico Bertolino al Teatro Ciak porta il suo one man show Passata è la tempesta? (31 dicembre, ore 22, info 02.76110093), aggiornamento comico-satirico dei suoi Lampi accecanti di ovvietà. Un modo per testare sé stesso e il pubblico sullo stato di crisi attuale e per vedere se è il caso di incrociare le dita «in attesa della fine del mondo prospettataci dai Maya per il 2012». Lo show di Teocoli invece è una sorta di «Tutto Teo» per festeggiare trentacinque anni di teatro e cabaret. Quello di Tecoli e Lavezzi è un viaggio - recitato e cantato - tra ricordi musicali e no di una coppia di ex giovani cresciuti dagli anni Sessanta in poi. Reduce dal successo letterario dell'autobiografia Io ballo da solo (Mondadori), Teo ha portato alla memoria nuovi aneddoti del suo passato: «Ci saranno parecchie novità rispetto allo show allo Smeraldo di qualche mese fa - spiega il comico -. E oltre a ciò non mancheranno quelle imitazioni che, se evitassi, il pubblico non mi perdonerebbe mai, come Celentano, Maldini, Caccamo. Sono felice di aver conquistato gli Arcimboldi, vivrò la serata di Capodanno come un punto d'arrivo della mia carriera, per di più condiviso col pubblico milanese».
Risate assicurate anche al Teatro Nuovo con Ale & Franz, coppia star di casa Zelig, protagonisti di uno show oggi e domani (ore 21 e 21.30, il 31 anche spettacolo pomeridiano alle ore 18.30, info 02.794026) intitolato Aria precaria, scansione di incontri a due all'insegna della comicità più surreale. Profumo di Broadway, invece, al Derby (ore 18 e 22.30, info 02.76016352) con il one man show nato in America (qui in versione italiana) Caveman, uno degli spettacoli di maggior successo degli ultimi anni a Milano (50mila spettatori e 200 repliche in tutta Italia): protagonista è l'attore e regista Maurizio Colombi, la cui missione è raccontare le ataviche differenze mentali, emotive e genetiche tra uomo e donna. Risate (e travestimenti) più tradizionali con gli storici Legnanesi al Teatro Smeraldo con Fam Fum e Frec (31 dicembre ore 20.30, 1 gennaio ore 17, ma in cartellone fino al 13 febbraio, info 02.29006767), rivista ispirata a un testo di Felice Musazzi, come al solito ricco di costumi, ballerini e umorismo dialettale dei tempi del vecchio «cortile» lombardo.
Di classe l'appuntamento al Teatro Manzoni, dove sarà in scena proprio dal 31 dicembre fino al 9 gennaio lo show Un americano a Parigi (ore 21 la sera di San Silvestro, info 800.914350, alle 20.45 le altre serate), sulle musiche di George Gershwin, protagonista l’étoile del Teatro dell’Opera di Roma Raffaele Paganini. Altro appuntamento raffinato al Teatro Carcano (doppio spettacolo il 31 dicembre, ore 19.30 e ore 22.30, oltre alle repliche pomeridiame di 1 e due gennaio, info 02.55181377/62) con La bella addormentata di Piotr I. Cajkovskij, interpretato dal Balletto di Mosca La Classique, mentre è l'operetta a trionfare al Teatro della Memoria (31 dicembre, ore 22, info 02.313663) con La Principessa della Czarda e, dopo il brindisi un Gran Galà dell'Operetta fino a notte fonda, con un repertorio di musiche di Lehar, Rossini, Offenbach, Strauss, Kalmann. Si conclude con la musica: al Blue Note il cenone della veglia avrà come protagonisti gli Angels in Harlem Gospel Choir (dalle ore 19.30, info 02.69016888), mentre il rock conquisterà il pubblico più giovane da due palcoscenici, il Carroponte di Sesto San Giovanni (alle 22.30, info 392.3244674) con i Dj Set di Andy dei Bluevertigo, Beatrice Antolini e We Are, e l'Alcatraz (ore 21 apertura, show dalle ore 23.30, info 02.69016352) con il live degli Amnesia e, a seguire il Dj Set su due piste: r'n'b e commerciale, e rock e reggae. Infine, per gli amanti del musical, i due titoli targati Stage Entertainment: Mamma Mia! al Nazionale (ore 20, info 848.448800) e Flashdance al Teatro della Luna di Assago (ore 20, info 848.448800), entrambi con cena speciale a buffet nell'intervallo dello spettacolo.