Bologna: accoltella la moglie e poi si uccide

Quersta mattina un uomo di origine slava ha ucciso l'ex moglie di 31 anni a coltellate e poi si è tolto la vita. Presenti anche altri familiari, una ragazza è rimasta ferita in modo lieve ed è stata portata all'ospedale

Bologna - Tragedia familiare nel capoluogo emiliano. Un uomo di origine slava ha ucciso l’ex moglie a coltellate e poi si è tolto la vita con la stessa arma. È avvenuto poco prima delle 10 in un appartamento di via Libia 15, alla periferia di Bologna. Nell’abitazione, al sesto piano di un condominio di edilizia popolare, c’erano anche altri familiari, che sono riusciti a scappare rifugiandosi al piano inferiore e chiedendo aiuto. A quanto si è appreso uno dei parenti, una ragazza, è rimasta ferita ed è stata portata all’ospedale. È intervenuta la polizia, che ha avviato le indagini.

Aveva interrotto la relazione La vittima, secondo quanto si è appreso, è una donna romena di 31 anni che qualche settimana addietro aveva interrotto la relazione con un connazionale 51enne. Da qualche giorno la donna era ospite di una famiglia italiana che abita in un condomino Acer di via Libia. Verso le 9, il 51enne è giunto sul posto e dopo una lite ha accoltellato mortalmente la ex e poi con la stessa arma si è tolto la vita tagliandosi la gola.