Bologna «distratta» dimentica l’invio dei dati al ministero

Risolto il «giallo» dell’assenza di Bologna nella maxi-lista consultabile sul sito del ministero della Funzione pubblica per conoscere le consulenze 2006 degli enti locali. «L’elenco delle consulenze – ha fatto sapere il ministero – dovuto per legge, non ci è mai arrivato. Nè dal Comune nè dalla Provincia, che infatti mancano a differenza di altri enti locali dell’Emilia Romagna. Nessuna spiegazione dall’amministrazione comunale, che nelle stesse ore in cui stanziava altri 30mila euro per il people mover ha annunciato una verifica per accertare eventuali disguidi e rimediare. Diversa invece la spiegazione della Provincia. Da Palazzo Malvezzi fanno sapere che la lettera del ministero della Funzione pubblica riguardava solo i compensi dei dirigenti, che sono stati inviati a Roma. Quanto alle consulenze, la Provincia di Bologna ritiene di non aver proprio nulla da mandare visto che i dati in questione sono già pubblici e consultabili sul proprio sito.