Bologna, esplosione in industria di gomme: due vittime e tre feriti

Fiamme in una fabbrica di Sasso Marconi. Secondo i vigili del fuoco la causa sarebbe l'esplosione di un silos. Le due persone morte carbonizzate sono il direttore, un italiano 56enne, e un operaio indiano di 45 anni

Bologna - Un’esplosione in un industria di gomme a Sasso Marconi. Dalla prime informazioni dei vigili del fuoco, ci sarebbero due morti. Il disastro sarebbe stato causato, secondo le prime informazioni raccolte dai soccorritori, dall’esplosione di un silos della fabbrica "MarconiGomma Group" di via dell'Europa. I feriti sarebbero almeno quattro, i due morti sarebbero rimasti carbonizzati dalle fiamme. Le vittime sono un italiano di 60 anni e un indiano di 46 anni. Una persona è stata ferita gravemente e trasportata all’ospedale di Vergato, due sono i feriti meno gravi portati al Maggiore di Bologna. Altri operai sono stati assistiti dai sanitari del 118 direttamente sul posto.

La vittime I due morti nell’esplosione di Sasso Marconi sono il direttore dello stabilimento e un operaio indiano. Il direttore si chiamava Fabio Costanzi e aveva 56 anni; l’operaio è Iadav Ramjaz, di 45 anni. Secondo quanto ha raccontato il responsabile del personale, i due stavano lavorando a una mescola in gomma sperimentale. Erano a fine turno quando è avvenuta l’esplosione della macchina. I feriti sono tre e nessuno sarebbe grave. Il direttore è di origine milanese e viveva a Grizzana, nel bolognese. L’indiano invece lavorava nella fabbrica da diversi anni e solo negli ultimi tempi era riuscito a fare arrivare la famiglia dall’India. Sono rimasti feriti tre operai, un marocchino e due tunisini, e altri sei sono stati medicati sul posto. I compagni di lavoro hanno detto di aver udito tre scoppi di seguito. Nella fabbrica, che produce mescole in gomma per tubi e guarnizioni, non erano mai successi incidenti gravi e, secondo gli operai, le norme di sicurezza rispetto ai rischi chimici che ci sono, sarebbero rispettate.

Le cause Secondo il comandante dei vigili del fuoco di Bologna, Tolomeo Litterio, si è trattato dell’esplosione di un silos che contiene materiali per la produzione di gomma. Litterio ha spiegato che l’incendio è stato già spento: "Stiamo provvedendo a mettere in sicurezza le persone e l’impianto, poi indagheremo sulle cause dell’incidente".