Bologna, imprenditore ucciso sotto l’abitazione dell’ex moglie

È giallo a Bologna dove un imprenditore di 71 anni, Giancarlo Orbellanti, fondatore quarant'anni fa con un socio del gruppo Comet (materiale elettrico), è stato ucciso ieri sera a colpi di pistola davanti all'abitazione dell'ex moglie e della figlia, dalla quale era appena uscito, alla periferia di Bologna. Un delitto per ora senza movente. In tarda serata i sospetti si sono appuntati su un nipote dell’imprenditore, che è stato portato in questura.
Orbellanti è stato affrontato sotto casa da un uomo che indossava un casco da motociclista e che per qualche minuto ha sostato su una panchina nell'area verde antistante l'edificio, in via Napoli 12. Quando l'anziano è uscito dal palazzo, poco prima delle 19, l'altro gli ha esploso contro alcuni colpi di pistola, poi ha inforcato una moto e se ne è andato. Per Orbellanti, colpito a un occhio e all'addome, non c'è stato nulla da fare.