Bologna nuovo cambio ora tocca a Papadopulo

Secondo cambio di allenatore per il Bologna, sulla panchina rossoblu arriva Giuseppe Papadopulo. Mihajlovic: "Mi scuso con i tifosi e... forza Bologna". Il nuovo mister: "Abbiamo i mezzi per salvarci"

Bologna - Dopo la quarta sconfitta, questa volta col Siena, la società rossoblu cerca di correre ai ripari. E, per scongiurare la retrocessione nella seconda serie, cala l'ultimo asso: un cambio tecnico, il secondo della stagione. E’ finita  dunque l’avventura di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Bologna. La squadra è stata affidata, infatti, a Giuseppe Papadopulo. Un nuovo cambio sperando che serva a dare la giusta scossa alla squadra, prima che sia troppo tardi.

Mihajlovic: "Mi scuso coi tifosi e forza Bologna"
"Vorrei ringraziare tutto il personale del Bologna, i tifosi e la stampa per la disponibilità concessami, scusandomi con loro se non sono riuscito a soddisfare le loro aspettative". Sinisa Mihajlovic si congeda dal Bologna con un messaggio, pubblicato sul sito ufficiale del club emiliano. "In modo particolare - aggiunge il tenico slavo - vorrei significare la grande professionalità e partecipazione dei componenti il mio gruppo di lavoro, la fantastica ed eccezionale disponibilità datami da tutti i calciatori, ma soprattutto voglio ringraziare la famiglia Menarini per la grandissima opportunità professionale concessami. "Approfitto infine di questa occasione per invitare i tifosi a stringersi intorno al nuovo allenatore e a tutti i calciatori per aiutarli a raggiungere il traguardo della permanenza nella massima serie, che la città e la gloriosa storia del club ampiamente meritano. Forza Bologna", conclude Mihajlovic.

Prima di loro Daniele Arrigoni Il serbo Mihajlovic, secondo allenatore della stagione, era subentrato a Daniele Arrigoni a novembre, ma dopo un buon avvio del nuovo tecnico la squadra è finita in zona retrocessione perdendo 4-1 in casa con il Siena sabato scorso.

Papadopulo: "C'è l'organico per salvarsi" "Ho rifiutato molte proposte - ha detto Giuseppe Papadopulo - questa l’ho accettata perché credo che ci siano le prospettive e l’organico per raggiungere la salvezza". Papadopulo, che ha guidato il primo allenamento, partirà con la squadra in ritiro. Non si tratta di una punizione - ha spiegato la presidente Francesca Menarini - ma una possibilità di fare conoscenza col nuovo tecnico. "Non farò né stravolgimenti né lavaggi di cervello - ha detto Papadopulo - cercherò di trasmettere la grinta ai giocatori senza sbattere pugni sul tavolo o scaraventare le sedie. E cercherò di essere credibile con i miei giocatori, portandoli a condividere le scelte che farò". Il primo cambiamento sarà, probabilmente, la difesa a tre che il Bologna presenterà già dalla partita di domenica con il Palermo.