Bolognafiere Limita il «rosso» Ora l’aumento di capitale

La Fiera di Bologna limita i danni della crisi chiudendo il bilancio 2008 con un rosso di 1,1 milioni, un quarto rispetto alla previsioni, anche grazie al decreto anticrisi che ha permesso, su base di perizia, di rivalutare gli immobili. Per il presidente Fabio Roversi Monaco e l’ad Federico Minoli, al loro primo bilancio, si apre ora la fase dell’aumento di capitale: 15 milioni chiesti da Minoli ai soci (un mix di enti pubblici, associazioni e gruppi privati, con questi ultimi in maggioranza), e già approvato, che a settembre dovrebbe decollare. Obiettivo: crescita, acquisizioni e consolidamento del primo posto, tra le Fiere italiane, nella presenza all’estero, con 35 milioni di ricavi sui 134 del totale (contro i 128 del 2007). Anche per far fronte a un periodo che resta difficile: «Le manifestazioni si prenotano di anno in anno - dice Minoli - dunque per i prossimi sei mesi siamo naturalmente preoccupati. Ma anche fiduciosi».