Bolt, il fenomeno dalle stringhe slacciate

Il fulmine del XXI secolo è un ragazzo giamaicano dalle stringhe slacciate. Usain Bolt ha ipnotizzato Pechino e il mondo accompagnando le candeline del compleanno con i record più prestigiosi dell’atletica: 100 e 200 metri. E, come ciliegina, quello della 4x100. Nel giro di quattro giorni ha fatto il miracolo: il 16 agosto straordinario nei 100 in 9”69, dimenticando che vanno corsi anche gli ultimi 30 metri. Il 20 agosto ha silurato il ricordo di Michael Johnson e di quel primato che sembrava impossibile battere: 19”30. E alla fine quella danza, alla faccia di Rogge, che vale un altro oro.