Bolzano più azzurra Due consiglieri giù dal Carroccio

«Io baluba? Allora passo al Pdl». Il Carroccio perde pezzi a Bolzano. A rappresentare la Lega Nord al Comune è rimasto un solo consigliere dopo l’addio di Maria Teresa Tomada, apostrofata alla lumbard da Maurizio Bosatra, capo di gabinetto del ministro Roberto Calderoli e commissario della Lega Nord Suedtirol. Oltre alla Tomada, capogruppo del Carroccio, sotto le insegne azzurre è passato anche l’altro consigliere comunale, Gianfranco Ponte. Tutta colpa, dicono a Bolzano, dell’abbraccio mortale tra il ministro Calderoli e l’ex Svp Elena Artioli, consigliere provinciale del Carroccio, che ha di fatto scompaginato gli equilibri della Lega Nord altoatesina. La scelta di passare al Pdl dimostra che il partito azzurro è ancora in salute nonostante l’eterna diatriba tra i deputati del Pdl Michaela Biancofiore e Giorgio Holzmann, che vorrebbe aprire all’Svp.