Bomba in caserma chiusa l’inchiesta

La Procura di Latina ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta sull’esplosione avvenuta il 14 settembre scorso nella caserma del comando provinciale dei carabinieri nella quale ha perso la vita l’appuntato Alberto Andreoli. Le indagini sono riuscite a ricostruire il modello ed il tipo di bomba a mano deflagrata, un ordigno di fabbricazione della ex Jugoslavia. La richiesta di archiviazione dà conto del fatto che non è stato possibile accertare come e da chi la bomba sia stata introdotta nell’ufficio. È stato peraltro accertato che ad attivare l’ordigno era stato lo stesso Andreoli, inconsapevole della natura offensiva dell’oggetto.