Bomba contro bar Secondo attentato in soli venti giorni

Qualcuno deve proprio avercela a morte con lui, visto che per la seconda volta in pochi giorni, ha organizzato un attentato contro il locale che lui sta aprendo.
Una bomba carta è infatti esplosa ieri notte poco prima delle 4.30, davanti al «Lullaby cafè» in via Pisacane. Chiaramente un gesto intimidatorio (un ordigno certo non si può confezionare e poi piazzare da solo) anche se il proprietario, G. P., 31 anni, incensurato ha negato di aver mai ricevuto alcuna minaccia.
La bomba caricata con chiodi e bulloni ha rotto la vetrina del bar e danneggiato la saracinesca. L’esplosione ha investito anche cinque auto in sosta. Il «Lullaby cafè», che non ha ancora iniziato l’attività, ha già subito una ventina di giorni fa un altro attentato: una bottiglia incendiaria è stata lanciata sull’ingresso da persone rimaste ignote.