Bomba al fosforo nascosta in casa tra armi e pezzi da «tombarolo»

Cinquemila tifosi della Lazio hanno manifestato pacificamente ieri mattina sotto la curva nord dell’Olimpico. Una sorta di sit-in per esprimere il disagio per la situazione della squadra, la preoccupazione per il futuro, ma soprattutto per chiedere, come recita la parola d’ordine «Libera la Lazio» a Lotito di andare via. E proprio al presidente della squadra biancoceleste sono riservati quasi tutti gli striscioni esposti, da «No Lotito, sì party» a «Lotito vattene». Non è stato risparmiato nemmeno il tecnico Ballardini, che inizialmente era stato accusato di essere troppo aziendalista.