Bomba a Rogoredo 15mila evacuati Deviati bus e metrò

Artificieri impegnati oggi dalle 8 alle 17.30 per disinnescare il potente ordigno bellico ritrovato in via Veniero

Roberto Zadik

Oggi una parte della città si ferma per una bomba della seconda guerra mondiale, di fabbricazione tedesca e contenente oltre 350 chili di esplosivo rinvenuta in zona Rogoredo, in via Venerio, un paio di settimane fa. Questa si preannuncia, così, una giornata un po’ «problematica». E non solo per chi abita nelle vicinanze dell’ordigno.
Un’operazione difficoltosa, ma necessaria che, su disposizione del Comune, impegnerà gli artificieri per 9 ore, dalle 8 di stamane alle 17,30 e durante la quale, per ragioni di sicurezza, Palazzo Marino ha ordinato - con la supervisione dei vigili urbani - alle circa 15mila persone che popolano la zona di Rogoredo di evacuare le proprie abitazioni rifugiandosi negli istituti scolastici di via Ravenna 15, di via Martinengo 36 e di via Mondolfo 7.
Chi non riuscirà a raggiungere le scuole in questione, non deve preoccuparsi: il Comune ha predisposto un apposito servizio di trasporto con una serie di autobus dell’Atm che partiranno dalle ore 7 alle 8,20 dagli incroci tra via Monte Popera e via Monte Cengio e tra piazza Mistral e viale Ungheria.
Oltre agli «sfollamenti» e in modo da tutelare il più possibile l’incolumità dei cittadini anche in metropolitana sono state previste altre misure di sicurezza. Per disinnescare la bomba, fino alle 17,30, infatti, verranno chiuse le stazioni della linea 3, «Porto di Mare» e naturalmente «Rogoredo». Per riparare a tale inconveniente i passeggeri potranno, comunque, utilizzare le fermate limitrofe di «Corvetto» e «San Donato», mentre, sempre sulla linea 3, la circolazione dei convogli provenienti dalla stazione di «Maciachini» verrà limitata a «Lodi». Dalle 13 alle 14,30, quindi, sarà operativa la sola tratta «Maciachini- Lodi».
Anche i mezzi di superficie, come tram, autobus e treni risentiranno di questa emergenza. Le vetture della linea tranviaria 27 in direzione viale Ungheria si fermeranno in via Ovidio, diversamente da quelle per piazza VI Febbraio che transiteranno regolarmente. Per quanto riguarda gli autobus cambi di rotta e disagi sono previsti per le linee 45, 66, 84, 95 e 175.
Anche chi intenderà spostarsi in treno o in autostrada, oggi non avrà vita facile. Il tratto iniziale dell’autostrada A1 e la tangenziale Est verranno chiuse agli automobilisti, costretti a ripiegare sulla tangenziale ovest, mentre per quanto riguarda gli spostamenti in treno saranno inutilizzabili le linee ferroviarie per Bologna e per Genova, tranne che nei brevi intervalli: dalle 10,30 alle 11,30 e alle 14.
Per ulteriori informazioni contattare il Numero Verde 800.80.81.81 o visitare il sito www.atm-mi.it